29-03-2018

5 ricette della tradizione italiana per Pasqua

Sta arrivando la Santa Pasqua. La ricorrenza “ballerina”, nel senso che cambia ogni anno data a seconda del calendario lunare (cade la prima domenica dopo il primo plenilunio di primavera), è anche la festa cristiana più importante di tutte dato che celebra la risurrezione di Gesù Cristo. Come ogni festa religiosa che si rispetti, soprattutto in Italia, è accompagnata dall’usanza di ritrovarsi in famiglia per celebrare e da una serie di ricette che nei secoli sono entrate nella tradizione. Vediamone alcune.

Torta Pasqualina

Ricetta originaria di Genova, preparata di solito in occasione della Pasqua, si è progressivamente diffusa in tutta Italia e anche in altri periodi dell’anno. Tutto merito della sua preparazione relativamente semplice e del suo gusto golosissimo: si prepara farcendo una pasta salata a base di farina e uova con spinaci, ricotta, parmigiano e uova (la ricetta originale prevede quelle di quaglia, ma spesso sono sostituite da quelle più classiche di gallina).

Pastiera napoletana

Dolce fra i più famosi di Napoli e soprattutto della tradizione pasquale, la pastiera è sinonimo di napoletanità. La sua nascita è legata alle antiche leggende di Partenope, la sirena “fondatrice” di Napoli, e di Cerere, dea della fertilità il cui simbolo era l’uovo. Non a caso per realizzarla si utilizzano tuorli d’uovo, grano precotto (altro simbolo di raccolti abbondanti), ricotta, zucchero, frutta candita e acqua di fiori d’arancio. Le ricette poi variano da zona a zona e perfino di famiglia in famiglia.

Agnello al forno

L’agnello è un animale legato indissolubilmente alla figura di Cristo, rappresentando l’immagine della creatura innocente che si sacrifica per il bene dell’umanità. A Pasqua lo si prepara in varie fogge, soprattutto al forno o a volte, in alcune regioni d’Italia, anche fritto. Per non incappare nelle polemiche sorte nel corso degli anni, meglio evitare gli agnelli da latte, spesso sacrificati troppo piccoli. (Per andare sul sicuro altrettanto tradizionali sono gli agnellini di marzapane.)

Casatiello

Altra tipica ricetta napoletana, il casatiello ha al suo centro ancora una volta le uova, anche se il suo nome deriva dal modo napoletano di chiamare il formaggio (cas, dal latino casum). Si tratta in effetti di una torta salata preparata con una farcitura di formaggio, pezzetti di salame e appunto uova, messe anche intere e sode. La pasta da riempire, preparata con strutto e ciccioli, è poi piegata a forma di anello, altro simbolo di eternità e rinascita.

Colomba pasquale

Con colomba (altro animale che è divenuto simbolo cristologico) si intendono due tipi di dolci tipicamente consumati a Pasqua. Da una parte quella milanese, messa a punto agli inizi del Novecento da Motta e poi impostasi come la versione più industriale: si tratta di un panificato dolce molto simile al panettone però modellato a forma di volatile. Più tipica e artigianale, invece, è la colomba siciliana: si tratta di piccoli dolcetti a pastaforte, realizzati cioè con zucchero, farina e cannella, a forma di colomba, galletto o rombo.

Quali sono le ricette tipiche della vostra regione destinate al periodo di Pasqua?