18-09-2017

Buddha bowl: cos’è la moda food del momento

Dopo il poke e il black food, il 2017 si rivela un anno ricco di tendenze culinarie stravaganti e originali: ecco che in queste settimane si stanno affermando anche i buddha bowl, ricette esotiche che coniugano gusto e salute. Si tratta di un’innovazione sincretica che mette insieme diversi alimenti con l’obiettivo soprattutto di fornire un piatto ricco e completo per un’alimentazione equilibrata e leggera. Scopriamo meglio di cosa si tratta.

I buddha bowl, come dice il nome, sono delle ciotole larghe e rotonde chiamate in questo modo perché ricordano il ventre panciuto del Buddha. E della filosofia orientale traggono la loro attenzione all’equilibrio psicofisico. Infatti queste ciotole possono essere variamente riempite con vegetali, proteine (possibilmente vegetali), cerali e frutta fresca o secca.

Qual è la differenza dunque con una tradizionale insalatona? L’importante per una buddha bowl preparata con i fiocchi è che gli ingredienti siano accostati l’uno all’altro senza essere mescolati. L’attenzione va poi posta sugli ingredienti stessi, che devono essere in equilibrio fra loro, fornendo un nutrimento leggero e salutare. Prediligete sempre, dunque, nel prepararle gli ortaggi di stagione e gli alimenti non troppo lavorati, per avere la sicurezza di fare il pieno di salute.

Idee per un’ottima buddha bowl

Alcuni esempi o ispirazioni per una buddha bowl davvero perfetta? Provate ad accostare tofu speziato, quinoa, avocado e broccoli lessati. Oppure zucca, ceci saltati, carote e noci di macadamia. O ancora farro, funghi, cavolo cappuccio e, se non siete vegetariani, un po’ di pollo marinato nel curry e poi grigliato. Come si può vedere, le combinazioni sono davvero infinite e la fantasia è il primo e fondamentale elemento per dare vita a un mix davvero genuino.

Dove mangiarli? 

A Milano prepara ottimi bowl il ristorante Soul Green in zona Garibaldi, dove gustare bowls vegane e originali ispirate a piatti di varie parti del mondo, in versioni sia dolci che salate. A Roma c’è Eat 4 Fit che offre tante proposte molto healthy a base di cereali e verdure. A Pietrasanta sono apprezzatissime le Buddha Bowl di Sementis che propone piatti realizzati con ingredienti genuini e materie prime bio selezionate da produttori locali, ma anche ricette che sono frutto di ricerche culinarie in vari paesi. A bologna invece c’è Botanica Lab, bistrot con una proposta veg e crudista, creato da Anna Artesiani.

E voi, avete provato le buddha bowl? Come le preparereste?