campagne bolognesi
11-06-2019

Gita nelle campagne bolognesi, 5 ristoranti da provare

È finalmente scoppiata l’estate: cosa c’è di meglio quindi di una bella gita nel weekend per fare un’immersione nella natura rigogliosa? E poi ovviamente tappa obbligatoria in qualche ristorante per scoprire le specialità del luogo, ancora meglio se si tratta di una cucina che pesca direttamente dai prodotti del territorio. Proprio per questo abbiamo realizzato una selezione di indirizzi da provare se vi avventurate nelle campagne bolognesi:

Nonno Rossi

Se fate tappa a Sasso Marconi, suggestivo borgo che prende il nome dal famoso scienziato, non potete mancare una visita a Nonno Rossi: dopo 80 anni di storia, il ristorante si è spostato nella nuova sede di Villa Marisa, in cui però ancora rispetta i piatti della tradizione. Da provare ovviamente i primi con la pasta fresca realizzata dalle sfogline prima di godersi le abbondanti grigliate. E a coronare il tutto dolci artigianali e una ricca carta dei vini.

Agriturismo Ca del Rio

campagne bolognesi

Tradizione e innovazione si intersecano alla perfezione all’Agriturismo Ca del Rio a Pianoro: Mario e Aldino, infatti, elaborano una cucina naturale e del territorio che però reinterpreta le ricette classiche. Ecco dunque il gazpacho con le fragoline, i ravioli di fassona con vellutata di melanzane, la coppa di maialino confit e molto altro ancora.

Agriturismo Ben Ti Voglio

campagne bolognesi

In località Castell’Arienti a Bologna, entrare all’Agriturismo Ben Ti Voglio è come tuffarsi nell’atmosfera di casa: tutto, dall’arredamento al menu, fanno respirare aria di tradizione. Gli appassionati di cucina emiliana qui troveranno crescentine mignon con il meglio dei salumi e formaggi locali, le pappardelle al ragù come da tradizione, la cotoletta pretoriana con crudo di Parma e Grana padano dop. E perché non finire con una deliziosa panna cotta alle spezie miste?

Agriturismo Guardastelle

Con una fantastica vista su Monte San Pietro, l’Agriturismo Guardastelle è un ambiente rustico e accogliente, dove si può mangiare in sale luminose oppure anche nei suggestivi spazi all’aperto. La chef Cristina poi ha concepito una cucina che presenta i piatti classici in modo colorato e innovativo: si va dalla vellutata di cavolo rosso alla pasta della tradizione, passando per il filetto di maiale a bassa cottura con riduzione d’aceto balsamico.

La Stadira Agriturismo

campagne bolognesi

In Valsamoggia, e più precisamente a La Stadira Agriturismo, verrete accolti dallo chef Nicola e dalla sua cucina genuina. Il punto di forza del menu è sicuramente la pasta fresca preparata sapientemente in casa, dalle tagliatelle ai tortelloni e così via. E poi c’è la carne di qualità direttamente dagli allevamenti locali, con possibilità di ordinare anche la cacciagione.

Siete nei dintorni di Bologna e siete curiosi di cercare altri indirizzi? Su TheFork la lista è lunga!