12-05-2016

Come prepararsi a un ristorante d’autore

Li vediamo sempre più spesso in televisione, sono acclamatissimi come divi su riviste e in trasmissioni televisive, sono le nuove star di questi nostri anni: stiamo parlando dei Top Chef, i cuochi di alto rango che hanno ricevuto numerosi riconoscimenti gastronomici (i più fortunati – o meglio, i più talentuosi – anche le stelle Michelin) e che ora vanno per la maggior. Chi di noi non ha desiderato o non ha provato almeno una volta nella vita a cenare in un ristorante d’autore?

Molto spesso possiamo però sentirci inadeguati, goffi, impreparati ad affrontare questo tipo di cucina così ricercata e, sicuramente, fuori dalla norma di casa nostra. Niente paura, però. Bastano un po’ di pazienza, un po’ di cautela e soprattutto tanta informazione. Il resto verrà da sé… basta fidarsi del proprio palato!

TheFork, prendendo spunto da un recente articolo apparso su Vanity Fairvi fornisce qui una piccola guida per presentarvi preparati nel vostro ristorante stellato di fiducia.

1. Informatevi

Leggete le riviste specializzate, andate sul sito del ristorante, cercate le recensioni su TripAdvisor e su TheFork: perché un conto è desiderare di vedersi preparare la cena dal nostro chef preferito in tv, un altro è veramente trovare il menù che faccia al caso nostro. Quindi arrivare preparati è fondamentale.

giphy-2

2. Abbiate pazienza

Prenotare in questi ristoranti rinomati può comportare liste di attesa piuttosto lunghe. Quindi armatevi di pazienza, ma soprattutto prenotate con largo anticipo, soprattutto in previsione di ricorrenze o eventi speciali che volete festeggiare con una cena coi fiocchi. Consigliata (ok … siamo di parte!) la prenotazione online che permette di riservare il tavolo in pochi clic e con conferma immediata, eliminando così la telefonata. Su TheFork sono presenti moltissimi Top Chef.

3. Scegliete la degustazione

Non sapete da che parte cominciare? Il menù è pieno di piatti dal nome incomprensibile? Avete paura di prendere pietanze che non vi piaceranno? Optate per il menù degustazione, di solito è una scelta che vi permette di gustare i piatti forti dello chef e anche sul versante prezzo sono una buona soluzione.

tumblr_nzk5p7lwl81tlsda4o1_500

4. Non aspettatevi lo chef

Se andate al ristorante solo ed esclusivamente per incontrare il vostro chef preferito potreste rimanere delusi: dati, appunto, i loro numerosi impegni anche extra-culinari, non sempre i cuochi più rinomati sono “in sede”. Nessun problema sulla qualità dei cibi, la loro brigata è appositamente istruita per garantire l’eccellenza. Se invece lo chef c’è, quasi di sicuro passerà in sala a salutare.

5. Non spaventatevi per il conto

Dai, è un’occasione speciale e non dovete badare a spese. Se avete fatto attenzione a ordinare (soprattutto il vino, badate bene!) il conto dovrebbe essere in linea con le vostre aspettative e grazie alle speciali iniziative di TheFork anche più leggero!

giphy