17-10-2016

Come riconoscere la pizza gourmet

La pizza è molto più di uno dei nostri piatti preferiti. È una bandiera, un modo di concepire la cucina, un orgoglio che abbiamo esportato in tutto il mondo. Ma come sappiamo bene tutte le pizze non sono uguali e sapere quale scegliere diventa fondamentale, soprattutto per non deludere le aspettative dei pizza-lover più affezionati.

In questi anni abbiamo assistito a un tripudio di pizzerie gourmet, biologiche o più raffinate, che cercano di recuperare le antiche tradizioni dei pizzaioli più classici affiancando innovazione, creatività e molta inventiva. Come orientarsi dunque in questa offerta sempre più vasta e variegata? Seguite le dritte di TheFork per riconoscere la vera pizza gourmet!

1. Non è una focaccia

La pizza può essere sottile o molto lievitata, a seconda dei gusti. Ma una distinzione fondamentale è che non deve assomigliare a una focaccia. Come accorgersi della differenza? Sostanzialmente in relazione alla farcitura: se questa, soprattutto una volta in bocca, è come un elemento distinto dall’impasto allora quella è una focaccia. Nella pizza, pasta e farcitura non si gustano mai separate.

2. Condimenti originali

Solitamente le pizze gourmet vere e proprie giocano gran parte del loro appeal sulla scelta degli ingredienti per la farcitura: gli abbinamenti sapienti e a volte sorprendenti devono essere l’arma segreta di ogni esperienza da palati sopraffini.

Hot_pizza

3. Qualità degli ingredienti

Diffidate da chi non specifica l’origine o la provenienza dei prodotti con cui produce o condisce le vostre pizze. Non devono per forza essere tutti prodotti DOP, ma indicare la natura e la specialità di pomodori, prosciutto, olive e così via vi darà la sicurezza di mangiare un piatto veramente ricercato. Soprattutto se quei condimenti vengono da produzioni biologiche e/o locali.

4. Cucinata con lentezza

Le cose migliori nella vita, si sa, necessitano di tempo. Una pizza ordinata e servita nel giro di un paio di minuti sicuramente non è all’altezza delle vostre aspettative gourmet. Perché una pietanza di qualità ha bisogno del giusto tempo per essere assemblata e cotta con tutta la cura necessaria. E assicuratevi anche della lentezza della lievitazione, così che ogni impasto abbia avuto il tempo di maturare alla perfezione.

AlTheatro59000_16

5. Classici da riscoprire

Al di là delle soluzioni più inedite, anche grandi classici come la margherita, la marinara o la pizza bianca possono essere rinnovati con grande inventiva. In questo caso abbiate premura che tali rivisitazioni abbiano una storia da raccontare, magari che affonda nella tradizione stessa del ristorante in cui la state ordinando o anche nella storia e nel talento personale del pizzaiolo che ve la prepara.

Pronti per gustarvi al meglio le ottime pizze gourmet dei ristoranti di TheFork? Scoprite tutte le migliori pizzerie di Milano, Roma, Firenze, Napoli, Bologna e Venezia.