03-08-2016

Dolom-eat: foodblogger di montagna

L’estate non è solo mare e spiagge. Anche la montagna ha il suo buon numero di appassionati, in cerca di relax, natura, aria cristallina e, ovviamente, anche buonissimo cibo. I luoghi montani, infatti, ha una tradizione culinaria davvero peculiare che anche d’estate conquista i palati più esigenti.

Proprio per questo, TheFork ha voluto incontrare Carlotta Beccaro che, con la sua amica Valentina Conte, ha fondato all’inizio del 2015 il food blog Dolom-eat, dedicato a scoprire e divulgare i sapori, le ricette e i ristornati di quella magnifica oasi alpina che sono le Dolomiti. Le abbiamo fatto un po’ di domande per capire meglio il suo lavoro e avere qualche consiglio.

1. Com’è nata la tua passione per il food e quando è nato il tuo blog?

La passione nei confronti per il food è cresciuta in me con il trascorrere dell’età, soprattutto quando ho iniziato a conoscere in modo più approfondito il territorio delle Dolomiti e quei prodotti tipici dal sapore e dal gusto indimenticabile. Oggi mi piace assaggiare i piatti tipici delle città che visito e scoprire giorno dopo giorno locali e piccole realtà sconosciute ma uniche. Così dalle Dolomiti conquisto pian piano tutta l’Italia, e grazie a TheFork ho una guida impeccabile.

2. Qual è la caratteristica principale che differenzia i tuoi post da quelli degli altri?

I post che scrivo a tema food o wine, raccontando un locale o un produttore, narrano una storia approfondita. Dal gusto o dal sapore passo al racconto delle persone che fanno di quei piatti un vero e proprio capolavoro o di quel sapore un vino indimenticabile. È proprio questo racconto che imprime nella mia memoria e in quella dei miei lettori un ristorante piuttosto che un prodotto.  È questo che contraddistingue i miei weekend nelle Dolomiti. Spengo il cervello, aziono i sentimenti e mi metto alla guida insieme a Valentina, l’altra voce di Dolom-Eat, e andiamo a scoprire posti inesplorati.

3. Un cibo a cui non potresti mai rinunciare?

Ultimamente ho riscoperto i primi piatti e in particolare modo pasta e gnocchi. Cerco di ritagliarmi del tempo ogni settimana per andare a provare nuove combinazione di quell’ingrediente tanto unico e altrettanto basico nella cucina mediterranea.

4. Quali caratteristiche cerchi in un ristorante ideale?

In un locale ricerco sempre ottima qualità nella selezione delle materie prime, nuovi abbinamenti e ovviamente una buona carta dei vini. Almeno una volta alla settimana è importante creare la situazione per avere il tempo di sedersi a tavola e soffermarci su quello che mangiamo abbinandoci anche un buon vino. Dal lunedì al venerdì il lavoro e gli impegni rendono sempre più frettoloso il momento del pranzo o della cena. Regaliamoci un momento di evasione nel weekend. Condividere un buon pranzo e un calice di vino con gli amici è un’ottima pratica abituale. Se non ci credete provate a visitare la pagina Facebook di DolomEat. Quei piatti creano dipendenza, prova per credere!

5. Ci consigli due ristoranti imperdibili della tua città?

Sono arrivata a Milano da poco più di 7 mesi e ammetto che TheFork ha fortemente migliorato la mia scoperta enogastronomica della città!  Così ho assaggiato un’ottima pizza da Mamma Oliva con un buonissimo impasto e altrettanto selezionate materie prime. Un locale totalmente diverso ma con un giardino che mi ha davvero incantato è stato Shambala, ristorante thailandese. Ma la lista si sta allungando, settimana dopo settimana. Speriamo di potervi raccontare nuovi incontri presto 😉