07-08-2017

Ferragosto, i piatti secondo la tradizione

Anche se c’è sempre qualche uccello del malaugurio che dice “Tanto a Ferragosto piove!”, non possiamo non attendere il 15 agosto con grande trepidazione, pregustando la gita fuori porta che organizzeremo con gli amici o il culmine delle nostre tanto sognate vacanze estive. Se in programma avete una gustosa grigliata o un perfetto picnic, non sottovalutate quelle che sono le ricette tipiche che per Ferragosto, di generazione in generazione, si tramandano in tutte le famiglie d’Italia. Vediamone alcune.

Carne a Ferragosto che passione!

Nonostante le alte temperature, molti dei piatti più tradizionali riservati al giorno della festa dell’Assunzione di Maria in cielo sono legati a preparazioni di carne. Ad esempio tipico di molte regioni del nord ma oggi in particolare della Toscana è il piccione arrosto, anche nella versione accompagnata da un cilindro di riso nel Piacentino.

Scendendo verso sud a Roma la tradizione prevede rigorosamente di servire il pollo in umido con i peperoni, con quel sughetto perfetto per fare scarpetta e magari accompagnato, come primo piatto, dalle fettuccine con fegatelli. In Puglia, invece, in particolare nella zona di Lucera, il piatto del giorno è il galletto ripieno con uova, salame, pepe, prezzemolo, aglio e formaggio.

Primi e dolci per tradizione

Ma prima di queste delizie carnivore, molte cucine regionali contemplano il 15 agosto la preparazione di primi piatti davvero sopraffini, da consumarsi caldi ma anche dopo averli lasciati raffreddare, magari in campagna o sulla spiaggia. In Campania tipici sono gli zitoni di Ferragosto, lunghi cilindri di pasta fresca conditi con sugo di pomodoro fresco, pomodori secchi e capperi; in Calabria una variante passata in forno prevede l’aggiunta di polpette, uova sode, salsiccia e formaggio. Legati alla tradizione della mietitura svolta storicamente in questo periodo sono gli gnocchi al sugo di papera, tipici invece dell’Umbria e molto nutrienti per favorire il lavoro nei campi.

E per concludere un pranzo degno della giornata di Ferragosto? Molto diffusi in tutta Italia sono i biscotti: dallo zuccherino montanaro di Grizzana al biscotto di mezz’agosto di Grosseto, simile a una ciambella; dai margheritini di Stresa, creati nell’ottocento in onore della principessa Margherita di Savoia, ai taralli dolci campani ricoperti con glassa a base di acqua, zucchero e succo di limone. A Sorrento sono tipiche le peculiari melanzane al cioccolato, di origine antichissima, ma il premio della freschezza lo vince il gelo di melone, ossia la gelatina all’anguria (meluna) tanto amata in questo periodo in Sicilia.

E voi dove passerete il Ferragosto e cosa mangerete? Se avete bisogno di suggerimenti, su TheFork tantissimi ristoranti vi aspettano!