galateo
28-09-2018

Galateo a tavola, le usanze più particolari dal mondo

Fin da piccoli ci insegnano che la tavola è una della situazioni in cui bisogna fare attenzione a come ci si comporta. Anche se il galateo da cene di gala alla Dowton Abbey non è più in uso, ci sono comunque delle convenzioni da rispettare. Ma queste non sono universali: cambiano da paese a paese, perché ogni cultura ha il suo modo di interpretare le buone maniere. Ecco alcuni degli esempi più interessanti che ci provengono dall’estero:

1. In India è permesso mangiare con le mani, a patto che si usi solo la destra e che non si mettano le dita in bocca.

2. In Egitto è maleducazione riempirsi da soli il bicchiere. Bisogna versarlo al vicino di tavola e aspettarsi lo stesso da lui.

3. Attenzione alle mance in Giappone: è raro che le accettino e spesso è anzi visto come una cattiva abitudine.

4. In molti paesi, come in Corea, non si deve iniziare a mangiare finché non sia il più anziano al tavolo a farlo.

5. In Russia è malvisto mischiare la vodka con qualsiasi altro drink, perfino con il ghiaccio.

6. In Giappone è sconsigliabile, fra un boccone e un altro, infilare le bacchette nella ciotola di riso, perché una ciotola con delle bacchette sopra è la tradizionale offerta che si fa ai defunti.

7. Se siete in Francia è considerato scortese mangiare il pane prima che siano arrivati gli altri piatti.

8. Quando si sta mangiando un pesce intero in Cina, è maleducazione voltarlo dall’altro lato finché non si è finito quello. Porta sfortuna e allude alle barche dei pescatori che si rovesciano.

 

9. In Ungheria è bene non brindare con la birra, perché è vista come un simbolo dei vecchi oppressori, gli Austriaci.

10. In Cina è vietata la scarpetta: è sempre bene lasciare il piatto leggermente sporco in segno di apprezzamento