23-05-2017

Giro d’Italia 2017, le ultime tappe… al ristorante

Quest’anno la gara ciclistica più importante d’Italia (e non solo) celebra la sua centesima edizione: il Giro d’Italia 2017 è dunque una ricorrenza davvero speciale, tanto che, passando per regioni come la Sardegna e la Sicilia, ha voluto abbracciare nella sua interezza tutto il nostro Paese. In questi giorni si corrono le tappe conclusive, con l’arrivo a Milano previsto per il 28 maggio. Perché non seguire queste ultime fasi della competizione accompagnando i corridori… al ristorante?

23 maggio: Rovetta-Bormio

baita-dei-pini-terrazza-18f93

Tappone alpino caratterizzato dal grande dislivello, si scala lo Stelvio con la famosa Cima Coppi prima di giungere a Bormio. E qui perché non fare una pausa al ristorante Baita dei Pini. In un ambiente decisamente alpino, si possono gustare le specialità della cucina valtellinese realizzata con ingredienti a chilometro zero. Da provare assolutamente pizzoccheri e sciatt.

24 maggio: Tirano-Canazei

el-pael-sala-8aeff

Questa è un’altra tappa alpina particolarmente intensa, con salite impegnative come Aprica e Passo del Tonale e poi la discesa nella Valle del Sole. Una volta giunti a Canazei la cosa migliore da fare è fermarsi a El Pael, ristorante caratteristico in cui gustare piatti tipici trentini le cui ricette vengono tramandate di generazione in generazione.

25 maggio: Moena-Ortisei

mauriz-keller-la-sala-da270

Si passa sulle Dolomiti, con partenza da Moena prima di affrontare, in 137 km, un dislivello di 4000 m. Ma la fatica sarà ricompensata, una volta arrivati nella splendida Ortisei: qui il ristorante Mauriz Keller vi sorprenderà con tanti piatti tipici tirolesi ma anche tante altre sorprese internazionali, per non parlare dell’ottima carne o della pizza fragrante.

26 maggio: San Candido-Piancavallo

barchessa-policreti-ristorantino-sala-c7eaf

Siamo ancora in alta montagna, ma questa tappa ha anche ampli tratti pianeggianti. Partendo da San Candido, per la prima volta nella storia, e arrivando a Piancavallo, si passa per la città di Aviano: qui gli appassionati di passaggio possono fare sosta alla Barchessa Policreti, un ristorantino di molto gusto ospitato in un casale suggestivo. Tutto il menu è volto a valorizzare le tradizioni e le eccellenze enogastronomiche locali.

27 maggio: Pordenone-Asiago

titamaso-suggerimento-dello-chef-9e442

Dal Friuli al Veneto in questa penultima tappa che parte pianeggiante e poi sale sul Monte Grappa e arriva sull’altopiano dei Sette Comuni. Ad Asiago, in particolare, vale la pena fermarsi al ristorante Titamaso. Qui si gustano le specialità della cucina vicentina, ma anche un’ottima pizza, croccante e digeribile, da ordinare anche preparata con farine particolari.

28 maggio: Monza-Milano

il-tavernicolo-particolare-ingresso-4c51e

Il gran finale, prima di arrivare come di consueto a Milano, parte da uno dei luoghi simbolo dello sport italiano: l’Autodromo di Monza. Proprio a Monza si trova l’ultimo consiglio per questo particolarissimo Giro d’Italia culinario: nel ristorante Il Tarvenicolo avrete tutta la passione e la qualità di una gestione familiare, dove alla tradizione lombarda si mescolano le varie eccellenze italiane soprattutto in fatto di carne.

Vorreste che il Giro d’Italia fra i migliori ristoranti italiani non finisse mai? Prenotateli su TheFork!