25-11-2020

Guida MICHELIN 2021: le novità

Annunciate le nuove stelle MICHELIN.

TheFork Preferred Partner della Guida MICHELIN vi racconta le novità.

La guida MICHELIN 2021

Sono 371 i ristoranti stellati dell’edizione 2021, 3 in meno del 2020, di cui 11 tristellati, 37 bistellati e 323 con una stella. Nella 66° edizione della guida MICHELIN le due stelle new entry sono Matteo Metullio a Trieste, Rocco De Santis a Firenze e Davide Oldani a Cornaredo. Guadagnano 1 stella, ben 26 ristoranti. Tra queste anche diversi ristoranti che avevano già ricevuto un riconoscimento nell’ambito dei TheFork Restaurants Awards all’apertura. È il caso di Zia, Impronta d’acqua, Al Povero Diavolo, Sanbrite e il ristorante Santa Elisabetta. Sono  infine 29 i ristoranti che hanno perso la stella guadagnata nel corso degli anni, in molti casi anche a causa di chiusure derivanti dal Covid-19.

La Lombardia rimane la regione più stellata, con 3 novità: 59 ristoranti. Il Piemonte, con 2 novità, è sempre in seconda posizione, con 46 ristoranti, mentre la Campania, con 3 novità, si colloca al terzo posto del podio, con 44 ristoranti. A seguire, la Toscana è la regione più ricca di novità per un totale di 43 ristoranti e, infine, il Veneto, a quota 37, con due novità. Tra le province, Napoli è sempre in vetta con 28 ristoranti, Roma conferma la seconda posizione con 23. Milano, scivola dal terzo al quinto posto con 17 ristoranti, alle spalle di Bolzano con 20 e Cuneo a quota 19.

I premi per la sostenibilità e i premi speciali

La novità dell’anno sono le 13 stelle verdi, i riconoscimenti assegnati per sostenibilità. Quattro sono i premi speciali: al miglior giovane chef, al miglior sommelier, al mentor chef, al servizio di sala. Quest’anno il premio Michelin Sommelier 2021 (sostenuto dal Consorzio Brunello di Montalcino) va a Matteo Circella, del ristorante «La Brinca» di Ne (Genova), per «l’interessante e appassionato garbo con cui racconta le caratteristiche dei vini da accostare ai piatti liguri della tradizione». Il premio Michelin Miglior servizio di sala 2021 (sostenuto da Accademia Intrecci) va a Christian Reiner, del «Peter Brunel Ristorante Gourmet», Arco (Trento), per «l’accoglienza di altissima classe con naturalezza e simpatia». Il premio Michelin giovane chef 2021 (sostenuto da Lavazza) ad Antonio Ziantoni, del ristorante «Zia» di Roma: «cucina semplice che nasconde grande tecnica, piatti sinceri e sorprendenti».

Se avete già voglia di provarli (appena si potrà tornare liberamente al ristorante), scoprite di più sulla Partnership con MICHELIN.