identità golose
27-03-2019

Identità Golose by TheFork, le cene di aprile

Anche ad aprile l’hub del gusto di Identità Golose powered by TheFork a Milano apre le sue porte ospitando il meglio della cucina italiana e internazionale. Tanti gli ospiti che anche questo mese animeranno le varie cene, ma non mancheranno le proposte dei resident chef Andrea Ribaldone e Alessandro Rinaldi, anche con uno speciale menu dedicato alla festività di Pasqua.

La carta di Identità Golose Milano | Andrea Ribaldone e Alessandro Rinaldi (1-2, 8-9, 15, 23, 29-30 aprile)

La carta firmata dagli chef Andrea Ribaldone e Alessandro Rinaldi propone una scelta che va dai classici di Identità Golose Milano, come lo Spaghettone Monograno Felicetti nelle varie declinazioni e la Milanese Identità, alle pizze di Franco Pepe, per concludere in dolcezza con i dessert di Gabriele Tangari. In più ogni settimana gli chef proporranno piatti inediti e speciali che arricchiranno ulteriormente l’offerta.

Almeria e la cucina di Dani Munoz | Travieso, Almeria (3 aprile)

Nel 2019 Almeria sarà la Capitale della Gastronomia spagnola: la città andalusa avrà così l’occasione di far conoscere nel modo migliore l’eccellenza che rappresenta nella produzione ortofrutticola, ma anche la sua grande ricchezza di prodotti ittici. Per presentare al pubblico milanese questo prezioso patrimonio gastronomico, arriverà in via Romagnosi un giovane e talentuoso chef: Dani Muñoz, che ha recentemente aperto il suo ristorante Travieso.

La Cucina di Enrico Croatti | Moebius, Milano (4-6 aprile)

Dopo una lunga gavetta che lo ha portato da Los Angeles a San Sebastian, da Lione a Cortina, studiando presso grandi maestri come Paul Bocuse e Pedro Subijana, Enrico Croatti ha conquistato la prima stella nel 2013 al Dolomieu di Madonna di Campiglio e poi un’altra nel 2018 come chef dell’Orobianco di Alicante. Nel 2019 aprirà finalmente il suo ristorante a Milano, il Moebius, che debutterà i battenti ai primi di giugno. Le sue cene a Identità Golose Milano saranno un’anteprima di questa bella novità meneghina.

La Cucina di Massimiliano Mascia e Valentino Marcattilii | San Domenico, Imola (10-13 aprile)

Rinnovarsi nella tradizione: questa la sfida del San Domenico di Imola, due stelle Michelin. Una storia divenuta possibile anche grazie all’impegno espresso in un ricambio generazionale che, sin da quando questa grande casa ha aperto i battenti, il 7 marzo del 1970, è sempre avvenuto. Questa è la storia che si racconta con queste quattro cene, in cui sarà ospite la cucina dei due chef Massimiliano Mascia e Valentino Marcattilii.

La cucina di Ugo Alciati | Guido Ristorante, Serralunga d’Alba, Cuneo (16-19 aprile)

Ugo Alciati in cucina, e il fratello Piero in sala, sono gli eredi di una straordinaria storia gastronomica piemontese, quella di Guido e Lidia Alciati, che nel 1961 fondarono l’omonimo ristorante Guido a Costigliole d’Asti. Oggi il ristorante è ospitato dalla meravigliosa tenuta di Fontanafredda a Serralunga, ma per qualche giorno la cucina di Ugo Alciati viaggerà per arrivare sino a Milano.

Identità di Pasqua | Andrea Ribaldone e Alessandro Rinaldi (20-21 aprile)

La Pasqua è da sempre una festa in cui godere appieno dei piaceri della tavola, intorno a cui ritrovarsi per celebrare condivisione e convivialità. Per la cena di sabato 20 e il pranzo di domenica 21 aprile gli chef Andrea Ribaldone e Alessandro Rinaldi proporranno un menu inedito, pensato appositamente per festeggiare nel modo migliore la Pasqua in via Romagnosi.

La cucina di Luciano Monosilio | Luciano Cucina Italiana, Roma (24-27 aprile)

Luciano Monosilio, per diversi anni alla guida della cucina del ristorante stellato di Alessandro Pipero, ha scelto nel 2018 di cambiare strada. Restando a Roma, ma con l’obiettivo di mettere da parte una certa cucina d’autore per rilanciare la tradizione culinaria italiana. Puntando su pilastri come la pasta fresca, che Monosilio celebra non soltanto con la sua mitica Carbonara, ma anche con gli altri classici capitolini e con ricette contemporanee. Il suo arrivo a Identità Golose Milano sarà quindi un’occasione per assaggiare una cucina dai sapori intensi, immediati.