22-02-2019

La Favorita, come si prepara il cibo di un film da Oscar

Il 24 febbraio a Los Angeles  l’attrice britannica Olivia Colman ha ricevuto l’ambita statuetta per la migliore attrice protagonista con il film “La favorita”, co-produzione americano-anglo-irlandese che ha ricevuto finanziamenti comunitari nell’ambito del programma Media per il sostegno al cinema e all’industria audiovisiva europei.

 La favorita, film di Yorgos Lanthimos che racconta le vicende della regina Anna di Inghilterra (interpretata da una magnifica Olivia Colman) e delle donne che vogliono una fetta del suo potere. La metafora alimentare non è un caso visto che il cibo è una parte molto importante del film.

In effetti una parte centrale della trama è il fatto che la volubile regina sia affetta da gotta, la malattia che colpisce soprattutto chi mangia eccessivamente in particolare la carne. I dolori lancinanti derivanti dalla malattia costringono la sovrana a essere vulnerabile, e quindi a cadere preda delle favorite che la vogliono circuire. Il cibo dunque è una chiave molto importante nel film, tanto che la stessa Colman, quando ha ricevuto il Golden Globe come migliore attrice per questa parte, ha detto che si è molto divertita sul set dato che poteva mangiare in continuazione.

Alcune delle scene più pittoresche, infatti, sono quelle in cui la monarca si abbuffa di piatti dall’aspetto regale e anche abbastanza bizzarro, come torte dal colore blu o pasticci di carne dalla forma originale. In un’intervista a Munchies, ha parlato Katharine Tidy, la professionista che è stata incaricata di preparare tutti gli alimenti che si vedono sullo schermo: “C’erano torte e biscotti e carni dolci, frutta candita, ma anche carote e pastinaca candite, marzapane. Molta di quella roba doveva essere edibile, però una delle piramidi di meringhe era fatta di polistirene“.

Tidy ha fatto parecchie ricerche affinché non ci fossero troppe inesattezze storiche, ma alcuni aspetti sono stati calcati per ragioni di scena: “Dal momento che tutti i costumi erano bianchi e neri, abbiamo colorato il cibo, come la torta blu, le meringhe rosa e i biscotti rosa. I biscotti sarebbero stati fatti con delle bacche ma io ho usato vaniglia, cannella e colorante alimentare“. A un certo punto la regina si ingozza talmente che le viene da vomitare, anche se torna subito dopo a mangiare: “I prop boys hanno preparato il vomito usando diverse ciotole di glassa spiaccicata e crema al burro per creare una pasta che poi lei doveva “vomitare”. Poveretta, non è una cosa divertente da fare“.