08-09-2017

Monet in mostra a Roma dal 19 Ottobre: i ristoranti nei dintorni

Appassionati d’arte a raccolta per la mostra di Monet a Roma, precisamente al Vittoriano dal 19 ottobre. Ecco dove fermarsi a mangiare dopo aver nutrito la mente.

Dal 19 ottobre 2017 il Complesso del Vittoriano ospita una straordinaria mostra per celebrare il padre dell’Impressionismo. In esposizione un corpus di una circa sessanta opere provenienti dal Musée Marmottan Monet. Dai primissimi lavori – le celebri caricature – fino alla modernissima resa dei salici piangenti passando tra i paesaggi rurali e urbani: tutte le tele esposte erano conservate dall’artista conservava nella sua ultima dimora di Giverny e furono donate poi al museo dal figlio Michel.

Se andrete a visitarla, ecco dove fermarvi a mangiare per completare la vostra giornata.

Roof Garden

Ogni giorno propone a pranzo un ricco buffet lunch composto da antipasti, primi piatti caldi, secondi di carne e pesce, contorni e dolci. La cena, invece, offre un menu alla carta altrettanto variegato con proposte di cucina regionale italiano e piatti più internazionali. Tra i primi piatti, il management sottolinea come degni di nota i risotti agli scampi, le linguine all’astice e i tagliolini ai frutti di mare. Tra i secondi spiccano la sella di vitella alla “Forum” e Maialino al mirto. Per i vegetariani infine ci sono pietanze come il risotto alle erbe o allo zafferano e lo spezzatino di Seitan al vino bianco con verdure stufate.

La Taverna degli amici 

A pochi passi da Piazza Venezia e alle spalle di Piazza Aracoeli, una location romantica e suggestiva tra le viuzze del centro di Roma dove concedersi i piatti della tradizione. La cucina è semplice ma attenta a ogni dettaglio e le pietanze sono saporite, pur mantenendosi leggere.

Yugo 

In Largo Angelicum, un sushi e dim-sum restaurant & cocktail bar che può vantare in cucina la consulenza dello chef due stelle Michelin Anthony Genovese. I piatti studiati e concepiti a 4 mani con il resident chef creano una cucina senza confini. Le eccellenti materie prime italiane si mixano con tecniche di preparazione di matrice asiatica portandovi dal centro di Roma in viaggio fra Thailandia, Vietnam, Giappone, Corea e Malesia.