30-10-2020

Nuove soluzioni originali nel mondo della ristorazione

Da lunedì 26 il mondo della ristorazione si è trovato ad affrontare un nuovo capitolo di questa emergenza sanitaria, che prevede la chiusura alle 18 con sospensione dunque il servizio della cena. Molti gli indirizzi che in questi giorni hanno cercato idee creative per modulare la propria offerta. Ve ne raccontiamo tre che ci sono particolarmente piaciute.

Da Ottocentodieci a Sannazzaro de’ Burgondi per ogni cena si regala un pernottamento

Ottocentodieci avrebbe festeggiato il decimo anniversario proprio in questo novembre 2020 e per questo ha deciso di fare un regalo ai propri clienti. Chi prenoterà una cena dal mercoledì al sabato, verrà omaggiato con un pernottamento gratuito all’Hotel Eridano, di cui il ristorante fa parte. Come forse saprete infatti, secondo il nuovo DPCM il servizio di ristorazione presso le strutture alberghiere è consentito anche oltre le 18 salvo che i commensali siano anche clienti dell’hotel.

Córi a Milano diventa Có… ri-working

Come tutti gli indirizzi della penisola anche Córi a Milano ha dovuto rinunciare alla cena. Per offrire però un servizio alternativo, questo indirizzo in zona San Gottardo ha deciso di reinventarsi co-working, sfruttando l’ampio spazio a sua disposizione. Il ristorante è infatti composto da 3 sale con 40 postazioni totali ed è attrezzato con un impianto Wi-Fi con connessione veloce rendendolo la location perfetta per studiare o lavorare, ovviamente senza alcun costo. In questo modo si potrà godere più facilmente di pranzo o merenda.

Nella provicina di Alessandria i ristoranti cucinano per la mensa scolastica

Succede a San Salvatore Monferrato, dove la mensa scolastica – che conta 140 iscritti – ha stretto un’alleanza con i ristoratori locali che contribuiranno alla realizzazione dei piatti da servire agli studenti. Un progetto in cui vincono tutti: la mensa ha incrementato i suoi iscritti, gli esercenti del comune piemontese riescono a far fronte alla crisi in atto e i giovanissimi possono godere di qualche sfizio gastronomico in più (ad esempio il venerdì il menù prevede pizza!).