31-03-2020

Pasqua in arrivo, ecco le colombe più strane

Il prossimo 12 aprile arriva la Pasqua, una festa di rinascita e speranza che quest’anno assume un significato ancora più importante, sebbene la celebreremo sicuramente in modo strano. Per tenere alto l’umore pensiamo alle cose belle di questa giornata, come sicuramente la colomba: simbolo di primavera e di novità, è anche un dolce che più tradizionale non si può. Ma non lasciamoci ingannare dalle apparenze, la colomba è anche estremamente versatile: ecco alcune delle varianti più stravaganti.

Colomba pastiera

Alfonso Pepe, storico pasticcere di Salerno, ha messo a punto una versione che mette assieme i più celebri dolci pasquali: nella sua colomba al gusto di pastiera, infatti, l’impasto è a base di farina, zucchero, ricotta, latte cotto di bufale, grano cotto e pasta d’arancia, ovvero gli ingredienti tipici della pastiera campana più classica. Un imperdibile connubio di sapori.

Colomba pop

Davide Oldani firma questa versione speciale per celebrare i 95 anni di Galup, unendo la ricetta tradizionale della colomba a uno degli ingredienti preferiti dello chef: il riso. Nell’impasto, infatti, finiscono riso e arancia canditi, mentre la glassa è composta da una crema artigianale alla nocciola Piemonte Igp, arricchita da granella di zucchero e mandorle tostate.

Colomba stregata

Dalla Costiera amalfitana arriva invece la colomba stregata di Sal de Riso, anche lui star della pasticceria che propone un dolce di stampo tradizionale ma aromatizzato da una crema al liquore Strega e impreziosito da fragole candite. Il liquore, noto anche per il premio letterario a cui è legato, è una sorpresa di gusto e versatilità.

Colomba melanzane e albicocche

Pietro Macellaro, patron di una piccola ma ricercata pasticceria agricola del Cilento, utilizza ingredienti biologici e a chilometro zero spesso fusi in abbinamenti arditi. Come le melanzane e le albicocche che finiscono nell’impasto di questa specialissima colomba, realizzata fra l’altro con burro di bufala, miele cilentano e cacao.

Colomba cioccolato bianco e frutti di bosco

Quella di Olivieri 1882, in provincia di Vicenza, è stata eletta la miglior colomba artigianale d’Italia nel 2019 dal Gambero Rosso. Questa variante golosa, ottenuta con una doppia lievitazione di 48 ore e fatta solo con lievito madre vivo, è resa speciale dal cioccolato Ivoire 35% e da frutti di bosco semicanditi artigianalmente dalla pasticceria stessa.

E voi come amate la colomba? Siete tradizionalisti o amate le varianti più fantasiose?