pasqua
04-04-2019

Pasqua, rimanere in forma senza rinunciare al ristorante

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi“, così dice il proverbio, eppure nonostante il cambio di compagnia si finisce anche durante le festività pasquali per trovarsi spesso e volentieri seduti di fronte a una tavola imbandita o, se il tempo lo permette, su una bella coperta distesi a fare un ottimo picnic. Ma dato che quest’anno la Pasqua arriva tardi, per l’esattezza il 21 aprile e la prova costume è più vicina del solito, ecco qualche consiglio per tener d’occhio la linea senza rinunciare al ristorante.

1. Tante verdure

Il periodo della Pasqua indica, anche simbolicamente, la rinascita della natura. Quindi qual è un modo migliore per segnare questo passaggio che non sfruttarne al meglio la verdura di stagione? Dalla cicoria al radicchio, dal finocchio alle barbabietole passando per i porri e, ovviamente, per gli asparagi, sono tanti gli ortaggi con cui sbizzarrirsi in cucina, magari preparando piatti leggeri e veloci da tirar fuori in una scampagnata.

2. Attenzione alle uova/1

Che siano sode, oppure fritte al tegamino per accompagnare appunto gli asparagi, o ingredienti fondamentali di ricette tradizionali come la torta pasqualina, le uova sono assolute protagoniste del periodo pasquale. Ma sebbene facciano bene, soprattutto per chi non mangia altre proteine animali, bisogna stare attenti a non esagerare. Una dieta equilibrata prevede l’apporto di 3 o 4 uova alla settimana: atteniamoci a queste dosi!

3. Attenzione alle uova/2

Ovviamente a Pasqua non si parla solo di uova di gallina, ma anche e soprattutto delle ottime uova di cioccolato che già da settimane invadono negozi e supermercati. Difficile resistere a questa dolce tentazione, ma possiamo adottare dei piccoli accorgimenti: optiamo ad esempio per delle uova al cioccolato fondente, che contiene meno zuccheri e latte, e magari non consumiamole subito dopo i pasti. Un pezzettino di uovo fondente può essere un ottimo spuntino di metà mattina o un’energetica merenda. Lo stesso vale per le colombe: se proprio non potete rinunciarvi, possono essere delle colazioni che vi danno la carica.

4. Depurare sempre

Difficile limitarsi quando si è in compagnia e si festeggia in allegria. L’importante è non andare nel panico quando si sgarra un po’ ma essere consapevoli che in qualche modo bisogna compensare. Ad esempio è sempre bene aggiungere al nostro regime alimentare alcune erbe depuranti, come il tarassaco, o altri ortaggi come sedano e barbabietole. Ottimo aggiungere anche un po’ di curcuma ai nostri piatti e bere tanta acqua o tisane depuranti a base magari di zenzero.