piatti
10-01-2018

I piatti più rappresentativi del 2017

Anche se siamo nel 2018 e alle prese con tutte le nuove tendenze e le ultime novità in campo enogastronomico che il nuovo anno ci porterà a breve, prendiamoci un po’ di tempo per riflettere sui dodici mesi appena trascorsi. Anche perché il 2017 è stato ricco di trend culinari e di fenomeni food che è stato davvero interessante seguire. Ecco quindi un piccolo bilancio dei piatti che vale la pena ricordare di questo anno appena trascorso.

Chiocciole

Secondo Giovanni Angelucci de Il Giornale del Cibo uno dei piatti migliori assaggiati durante l’anno sono state le chiocciole di Cherasco, cavolo riccio, lardo e aglio in conserva. Un piatto sicuramente forte ed elaborato, frutto dell’ingegno dello chef Pasquale Laera nel suo ristorante La Rei immerso nelle Langhe.

Ricciola

Per Maurizio Bertera, collaboratore de La Cucina Italiana e di GazzaGolosa, il piatto più memorabile del 2017 è opera di Giuliano Baldessarri nel suo Aqua Crua a Barbarano Vicentino. Si chiama Tamarindo ed è una  ricciola ma­rinata nell’acqua di mare e servita con tamarindo, pa­prika affumicata, liquirizia, pane fritto e finocchietto sel­vatico: un’esplosiva fusione di sapori.

Black Food 

Ne avevamo parlato anche noi su TheFork: la tendenza dell’anno 2017 che ha dominato ristoranti, catering ma anche semplici operazioni di marketing è stato il black food. Dai cornetti di carbone vegetali agli hamburger total black, dal redivivo nero di seppia ai dolci alla liquirizia ci siamo fatti tentare tutti dal lato oscuro della prelibatezza.

Ramen e poke

Nel 2017 abbiamo superato anche lo street food, tingendolo con note esotiche e orientali. Secondo Gambero Rosso, fra i piatti più ordinati dell’anno infatti ci sono stati il ramen, la ricca zuppa condita tipica del Giappone, e il poke, l’ultima novità direttamente dalle Hawaii per quanto riguarda il pesce crudo sminuzzato.

Cloud egg

piatti

E si sa che ormai i cibi diventano popolari soprattutto se coadiuvati da un grande buzz sui social. Ecco che uno dei piatti più “instagrammati” degli scorsi 12 mesi sono state le cloud egg, delle uova in cui l’albume è montato in maniera particolare per fargli assumere una consistenza spugnosa e, appunto, quasi a forma di nuvola. Se volete provare anche voi a farle su YouTube ci sono innumerevoli tutorial.