24-07-2019

Pranzare in rifugio, ecco le novità 2019

L’estate non è solo mare: se anche voi siete appassionati di montagna, di riposanti passeggiate nella natura o anche di rinfrancanti escursioni nei boschi o fra le rocce più alte, allora non per questo dovete rinunciare a piacevoli pause culinarie. Ecco quindi che TheFork vi consiglia alcuni dei luoghi dove mangiare nelle località di montagna. E cosa c’è di meglio di un bel pranzo tipico in un rifugio tradizionale? Abbiamo i consigli giusti per voi:

Rifiugio Patascoss

A Madonna di Campiglio il Rifugio Patascoss, affacciato sulle Dolomiti del Brenta e direttamente sulle piste da sci, è l’ideale sia per gli amanti degli sport invernali sia per coloro che amano delle belle passeggiate in ogni momento dell’anno. Il suo ristorante, dotato di sala interna ma anche di chiosco esterno, serve tipici piatti montani, come taglieri misti, carpaccio di carne salada, tagliatelle fatte in casa coi funghi, spatzli con speck e panne e filetto di salmerino.

Rifugio Genziana

Sulla cima del Mottarone, a Stresa ad appena un’ora di auto da Milano, il Rifugio Genziana accoglie i suoi clienti offrendo momenti di relax e una vista mozzafiato sulle montagne circostanti. Il menu è ovviamente quello tipicamente montano, si va dai taglieri di formaggi e salumi ai piatti con cui rifocillarsi al meglio e rivisitati con un pizzico di creatività, come polenta gratinata al forno con formaggio fuso e ragù, ravioli al gorgonzola e cipolle rosse caramellate con zucca e mandorle o ancora le tagliatelle al ragù di cervo.

Rifugio Cercenà

A Domegge di Cadore, in provincia di Belluno, trovate il Rifugio Cercenà: un luogo di grande tranquillità in cui godersi l’immersione nella natura, in mezzo agli animali e ovviamente anche una cucina semplice e genuina, anche grazie ai prodotti dell’annessa azienda agricola. In menu si trovano dunque piatti come carne salada fatta in casa, gnocchi di patate al burro e ricotta affumicata e tagliatelle al ragù di cervo.