hispter
12-02-2020

Ristoranti a Milano, la moda è hipster

La parola hipster è entrata nel nostro vocabolario ormai da qualche anno, ma è proprio nell’ultimo periodo che è diventata una moda pervasiva soprattutto a livello di locali. Se utilizzato per le persone fa subito pensare a barbone curatissime, occhiali importanti e vestiti vintage, per quanto riguarda bar e ristoranti la definizione è più complessa, ma anche qui ci aggiriamo spesso nel mondo del vintage, degli arredi ricercati e di recupero, degli spazi vissuti. Per il capitolo enogastronomico la cucina di solito rivisita la tradizione in modo fantasioso per non parlare della mixology quando si parla di cocktail. Ecco alcuni ristoranti hipster a Milano per dare un’idea:

Fra i punti di riferimento del trend hipster milanese c’è sicuramente il Vinyl Pub di piazzale Archinto: piccolo, buona musica rigorosamente da vinili, barili di latta come sedute e tanti piatti da tavola fredda e ottimi drink. In Ripa di Porta Ticinese c’è invece il Mag Café, con la sua atmosfera anni Trenta, cocktail variegati, aperitivi sostanziosi e altri sfizi. In Porta Venezia, invece, da provare l’Eppol: cucina che spazia fra primi, secondi e hamburger, tutto molto ricercato, ma anche drink estremamente originali, il tutto in un ambiente soffuso, con inserti di recupero e piante rigogliose, ma anche tavoli in marmo e lavagnette.

Per gli amanti delle birre, ma anche degli hamburger sostanziosi e saporiti, il Lambiczoon di via Friuli è un punto di riferimento, soprattutto se siete in cerca dei Lambic, tipiche birre belghe a fermentazione spontanea. Chi cerca invece cocktail personalizzati, buona cucina e anche occasioni per seguire musica live ed eventi non può che non frequentare la Santeria, nelle sue due sedi di via Paladini e viale Toscana. E come non citare lo storico Frida, nel cuore di Isola, con la sua cucina italiana rivisitata e gli oltre 80 cocktail in un ambiente versatile e spesso scenario di spettacoli ed eventi.

Ultimo ma non ultimo di questa lista Le Biciclette, da prenotare comodamente anche su TheFork: la passione ciclistica qui viene declinata in un arredamento variopinto e variegato, con inserti vintage e poltroncine. In menu tanti piatti alla carta, ma anche focacce, bowl, insalate da accompagnare a piacere con uno dei tanti signature cocktail preparati dai barman del locale. Spesso in cartellone, poi, anche tanti eventi culturali e musicali, fedele alla propria definizione di art bar.