ristorante all'estero
18-09-2017

Ristoranti all’estero, come sceglierli

Quante volte ci è capitato di viaggiare in un Paese sconosciuto e ridurci a pranzare o cenare nella solita catena di fast food perché non siamo riusciti a trovare il ristorante giusto? Che si tratti di diffidenza verso posti sconosciuti, imbarazzo della scelta o semplice pigrizia, scegliere i ristoranti all’estero non è sempre facilissimo. Eppure perdere l’opportunità di gustare il cibo del luogo è un vero peccato. Ecco allora qualche consiglio semplice semplice per vincere le riserve e mettersi a tavola ovunque vi troviate.

1. Non mangiate italiano

La prima tentazione di noi turisti italiani è quella di cercare dei locali in cui ritrovare la cucina “di casa”: dalla pasta alla pizza, cerchiamo sicurezze anche all’estero. In realtà questo potrebbe essere un errore per un duplice motivo: da una parte molto spesso i ristoranti all’estero si spacciano per italiani non lo sono in realtà, quindi la delusione è dietro l’angolo; d’altra parte, e in modo più importante, perché mangiare cibo di tutti i giorni quando si può scoprire la cucina di altre culture?

2. Pianificate in anticipo

Spesso il tempo per organizzare un viaggio è poco e quindi ci si affida a scelte dell’ultimo minuto. La cosa migliore però è ritagliarsi un po’ di tempo (anche solo il giorno prima della partenza) per studiare la meta e l’offerta gastronomica che mette a disposizione. Una semplice ricerca su internet permette già di trovare numerose liste di ristoranti consigliati, spesso divisi anche per genere (vegetariano, stellato ecc.). Se proprio non avete tempo, esistono numerose app che potranno consigliarvi sul posto.

ristoranti all'estero

3. Non esitate a chiedere

Abbasso la timidezza: il miglior metodo per trovare un ottimo ristorante all’estero è chiedere! Non esitate a fermare un passante, intavolare una conversazione con il tassista o a chiedere negli uffici turistici. L’esperienza di prima mano di chi vive certi luoghi è fondamentale per farsi indirizzare in locali in cui valga la pena spendere il nostro tempo. E se proprio non siete in grado di rivolgere la parola agli estranei, potreste sempre lanciare degli “appelli” sui social network.

4. Esplorate luoghi autentici

Per mangiare bene, soprattutto nelle grandi mete turistiche, è importante non farsi attrarre dai ristoranti che affollano i luoghi più iconici e gettonati. A parte qualche centralissima perla, infatti, spesso i locali che vi si trovano sono estremamente turistici e di dubbia qualità. Meglio invece girare l’angolo, esplorare qualche strada minore (ovviamente con attenzione alla sicurezza!) ed esplorare quartieri più autentici. Qui troverete la cucina più genuina!

5. Fatevi guidare da TheFork

Appunto un grande aiuto per la scelta dei ristoranti all’estero in luoghi che non ci sono proprio familiari può venire da internet. Ci sono numerose app, molti forum e siti specializzati. Ovviamente anche TheFork vi offre la sua specializzazione nel mondo della ristorazione anche quando vi trovate all’estero: il nostro database è esteso a molti paesi europei (fra cui Francia, Spagna, Portogallo e Svezia), in Brasile e persino in Australia con il partner Dimmi. Fatevi guidare da TheFork, dunque, e scoprite anche i numerosi sconti riservati in tutte la parti del mondo!

Ovunque decidiate di viaggiare, scegliete i vostri ristoranti all’estero su TheFork!