ces 2020
20-01-2020

Salsicce senza carne e gatti robot, le novità dal Ces 2020

Ogni gennaio l’anno della tecnologia e dell’innovazione si apre con il Ces di Las Vegas. Il Consumer Electronic Show che si tiene nei primi giorni dell’anno come sempre nella capitale del Nevada è un appuntamento imperdibile per le grandi aziende che vogliono mostrare al mondo le loro novità più all’avanguardia nel mondo degli apparati elettronici e non solo. Molte novità, infatti, al Ces 2020 sono state introdotte anche per quanto riguarda il settore del food e della ristorazione.

Per esempio una grande novità arriva da Impossible Foods, la società che da un paio d’anni sta facendo parlare di sé per il suo prodotto principale: ovvero le cosiddette “neocarni“. Si tratta di prodotti di origine vegetale ma che simulano alla perfezione, nella consistenza e nel gusto, le carni vere e proprie ma sono quindi adatte al consume delle persone vegetariane e vegane. Se l’anno scorso l’azienda aveva introdotto sul mercato gli impossibile burgers, che sono finiti, grazie alla loro somiglianza con quelli carnivori, per essere distribuiti in tutti i Burger King americani, al Ces 2020 ha giocato il suo nuovo asso nella manica: si tratta di neosalsicce che simulano le salsicce di maiale ma sono a base di proteine della soia. Chi le ha provate assicura che non si vede la differenza rispetto ai prodotti derivati dal suino e presto anche questo prodotto sarà introdotto nei Burger King a stelle e strisce. La prossima tappa, per Impossible Foods, sarà quella di simulare l’amatissimo bacon.+

Camerieri? No, gatti

Altre novità arrivano invece nel mondo dei servizi per i ristoranti e qui entra in campo la robotica. Ma anche la passione per i gatti. L’azienda cinese PuduTech, infatti, ha lanciato a Las Vegas una nuova linea di camerieri robotici con fattezze feline. Si tratta sostanzialmente di torrette portavivande semoventi che si spostano fra i tavoli per portare i piatti e per sparecchiare: la particolarità è che recano dei visori animati che simulano le espressione dei gatti e anche quando questi si avvicinano ai tavoli iniziano a miagolare e fare le fusa per attirare l’attenzione e invitare le persone sedute a servirsi; ma se ci si mette a coccolarli troppo questi gattoni robot sanno sfoggiare anche espressioni contrariate, facendo capire che devono continuare il loro servizio e non possono essere interrotti più di tanto. Che il futuro della ristorazione passi anche dai gatti robot?

Foto: Impossible Foods