09-05-2017

Seeds & Chips: 4 cose da sapere sui ristoranti del futuro

In corso in questi giorni a Milano, Seeds & Chips, l’evento dedicato a Food e innovazione che ha accolto tra i suoi speaker anche l’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. L’evento internazionale punta a far incontrare startup, imprese di food e tech, investitori e policy makers. Nella sua quattro giorni, oltre  200 relatori si stanno alternando in Fiera per un fitto calendario di conferenze sulle tematiche più calde del momento legate a food e innovazione: dai big data, alle stampanti 3D, dalla sharing economy alle nuove generazioni di consumatori, dal packaging intelligente ai superfood. In questo palinsesto non poteva mancare la riflessione, attualissima, sui ristoranti del futuro. La discussione ha coinvolto chef, startupper e innovatori e TheFork non poteva mancare! Ecco dunque 4 cose da sapere sui ristoranti del futuro (e del presente)! 

  1. La posizione geografica è meno importante che in passato: una volta un ristorante lontano dalle vie del centro aveva più difficoltà a farsi conoscere, oggi i web offre ai ristoranti la possibilità di essere visibili e prenotabili anche online, quindi la location geografica non favorevole può essere facilmente compensata da una buona “posizione” online. 
  2. I feedback dei clienti sono importanti: Quando un cliente prenota il ristorante online lascia una valutazione. Se analizziamo le valutazioni globali dei ristoranti di TheFork, vediamo che a voti più alti corrispondono sempre più prenotazioni. Il passaparola online può dunque aiutare a incrementare il numero di clienti.
  3. Il servizio è fondamentale: I ristoranti che hanno voti alti sul servizio tendono ad avere voti alti sulla cucina, non sempre accade il contrario. E’ chiaro che un buon ristorante offre entrambe le cose, ma i numeri lasciano intendere che quando il cliente si sente coccolato, sembra anche più disposto a chiudere un occhio su un piatto non proprio perfetto. Insomma, come recentemente dichiarato da Bottura, “una grande sala salva un piatto modesto, una cattiva sala rovina anche un grande piatto”.
  4. La tecnologia aiuta gestori e clienti: Gestire le prenotazioni come TheFork porta vantaggi sia ai ristoranti sia agli utenti, poiché permette ai primi di riempire la sala e a i secondi di provare nuovi ristoranti, risparmiando anche in alcuni casi.