16-01-2017

Cosa mangeremo? I trend food del 2017

Un anno nuovo è appena iniziato e già non vediamo l’ora di scoprire cosa ci aspetta nei prossimi mesi dal punto di vista gastronomico. Sicuramente sarà un altro anno da passare assieme ai tanti ristoranti di TheFork, alle nostre offerte e alle nostre segnalazioni. Ma per stimolare già l’appetito e la curiosità per i prossimi tempi, abbiamo chiesto ad alcuni food blogger e personalità di spicco del mondo culinario italiano di segnalarci quali, secondo loro, saranno i trend food del 2017.

Ecco le loro risposte. Voi siete d’accordo? Cosa sperate che quest’anno porti sulle tavole dei vostri ristoranti preferiti?

Ilaria Mazzarotta, Comfortfoodie:
“Il prossimo anno mi aspetto una moda che prenda il posto di quella dei locali che fanno burger: non che non mi piacciano, ma anche basta! E poi nuovi locali fusion, tipo i ravioli italo-cinesi di GheSem, e tanto ramen. Spero sia anche l’anno in cui finiscono i monoteismi culinari e tutti capiscano che mangiare in modo vario, sano e di qualità è il solo modo per mangiar bene. Mi auguro cose nuove, con cibi “vecchi”, senza voli pindarici e semi di chia ovunque…”

Mariacristina Coppetto, News and Foodies:
“Sicuramente, nel 2017 si consolideranno delle tendenze che hanno fatto capolino già alla fine del 2016, come l’attenzione per il cibo healthy e i superfood (avocado toast prima di tutto, ispirato alle tendenze californiane). Altra tendenza che si consolida è quella delle bowl che mettono insieme frutta, latte (vegetale soprattutto), semi e cereali. Così come pasti deliziosi e salutari come gli smoothie a base di frutta e verdura.
Continuerà ad essere protagonista anche lo street food d’autore, che riporta alla ribalta il cibo da strada. E ancora, ristoranti e trattorie che tendono a rivalutare e valorizzare i tagli meno nobili degli animali, come la trippa, la lingua, il midollo, il lattume, spesso considerati meno appetibili ma davvero molto gustosi”.

Luca Sessa, Per un pugno di capperi:
“Negli ultimi 2-3 anni ho visto crescere locali e ristoranti che propongo cucina di altri paesi (penso al ceviche e alla cucina sudamericana, per esempio Pacifico a Milano, o al sushi e la cucina orientale in generale). Ho anche notato però un ritorno alla tradizione, anche se rivisitata o reinterpretata, e l’utilizzo di materie prime a basso costo, come il quinto quarto e gli scarti dei vegetali in molti piatti importanti. Probabilmente potrebbe proseguire questo trend, con locali che propongono piatti e sapori della tradizione in chiave moderna“.

Teresa Balzano, Peperoni e patate:
“Per questo 2017 penso che ci sarà più spazio per novità veggie e con un impatto salutista, visto che nell’ultimo anno è cresciuta molto l’idea di benessere che passa dallo sport ma anche dal cibo: speriamo si ripeta il successo che l’avocado toast ha avuto nel 2016.
Dall’altro lato penso che continuerà l’enorme attenzione verso la pizza, visto anche le guide e la copertura crescente per i pizzaioli. Per quanto riguarda gli chef mi sembra ci sia una crescente verso la Sardegna e i suoi chef con i sapori antichi e autentici di quella regione unica; ma anche la mia Calabria che in cucina si sta facendo spazio pian piano con i suoi giovani, ma prodigiosi chef!”

Angela Belcastro, Soapmotion:
“La mia previsione sui trend 2017 nella ristorazione si può riassumere così: pochi coperti e cucina d’autore, genuina e radicata nella tradizione mediterranea.”

Giulia Scarpaleggia, Julskitchen:
“Spero che si continuino a riportare al centro del piatto gli ingredienti e i produttori, che si torni a considerare il cibo un’occasione per stare bene insieme.”

MODAIOLO O TRADIZIONALE? SU THEFORK TROVI SEMPRE IL RISTORANTE GIUSTO, PRENOTA SUBITO!